Chi Siamo

La Grande Via è l’associazione fondata dal Dott. Franco Berrino, già Direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Tumori di Milano, e dalla giornalista Enrica Bortolazzi allo scopo di favorire iniziative volte a promuovere la salute, il benessere e la longevità in salute, prevenire le malattie croniche, l’invecchiamento precoce e aiutare a ristabilire lo stato di salute nelle persone colpite da patologie croniche associate a scorretti stili di vita.

I progressi scientifici nella terapia delle malattie infettive e croniche hanno portato a un prolungamento dell’aspettativa di vita media, a fronte tuttavia di un alto prezzo da pagare: uomini e donne vivono più a lungo, ma sono oppressi da numerose patologie croniche, degenerative e debilitanti, che impattano pesantemente sulla qualità di vita.

La ricerca scientifica ha comprovato che opportune scelte nutrizionali e programmi di esercizio fisico, associati a tecniche di respirazione e di meditazione, sono essenziali per prevenire l’accumulo di danno molecolare e cellulare che, nel tempo, conduce allo sviluppo di molteplici malattie croniche degenerative e al decadimento psicofisico.

La Grande Via è una sintesi dell’incontro di antiche e moderne sapienze sulla salute e la longevità e si articola in tre vie principali: la via del cibo, la via del movimento, la via della ricerca interiore.

Lo strumento privilegiato con cui La Grande Via diffonde il suo messaggio di salute, buon senso e gioia di vivere è l’incontro diretto con persone di buona volontà: corsi, conferenze e seminari residenziali sono le occasioni in cui è possibile sperimentare il cambiamento nella direzione di uno stile di vita equilibrato e felice.

    • Abbiamo esperienza di ricerca scientifica, sappiamo valutare la validità degli studi e al contempo abbiamo rispetto per le grandi tradizioni culturali dei popoli.
    • Basiamo le nostre raccomandazioni sui risultati degli studi scientifici ma anche su quanto appare evidente in base all'esperienza dei popoli, sugli insegnamenti dei maestri spirituali, e siamo disponibili a rivedere le raccomandazioni se sorgono nuovi dati o nuove prove scientifiche.
    • Siamo consapevoli dei limiti della conoscenza scientifica e attenti a considerare criticamente anche i risultati dei nostri stessi studi e i risultati scientifici che coincidono con i nostri pregiudizi.
    • Rispettiamo i grandi progressi della biologia e della medicina, ma siamo consapevoli che la vita, la salute, e le cause delle malattie sono molto più complesse di quanto la biologia e la medicina è riuscita a capire e a codificare.
      • Siamo aperti alla collaborazione con chiunque abbia idee libere da conflitti di interessi sulla prevenzione, sulla medicina, sull’agricoltura, sulla cucina, sull’esercizio fisico, sulla meditazione, sull’arte, sull’architettura, sul cambiamento delle politiche sociali, per la promozione della salute.

     

    • Lavoriamo su più fronti per preparare una comunità più sana, una longevità in salute e una vecchiaia efficiente, autosufficiente, non medicalizzata.

 


Il Comitato Scientifico

 

Dott. Franco Berrino

 

 Laureato in medicina nel 1969, si è specializzato in Anatomia patologica; dopo un breve periodo di pratica clinica e patologica, si è dedicato all’epidemiologia dei tumori, prima con l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro in Africa, poi, dal 1975 al 2014, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove ha diretto il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva.

 

È autore o co-autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche. Ha promosso lo sviluppo dei registri tumori in Italia e coordinato i registri tumori europei per lo studio della sopravvivenza dei malati neoplastici nei differenti Paesi e delle ragioni delle differenze di sopravvivenza (Progetto EUROCARE). Ha realizzato studi con la collaborazione di decine di migliaia di persone (Progetti ORDET ed EPIC), i cui risultati gli hanno consentito di promuovere sperimentazioni per modificare lo stile di vita allo scopo di prevenire i tumori e le altre malattie degenerative frequenti nel mondo occidentale, nonché le recidive in chi si è ammalato di cancro (progetti DIANA). Attualmente è responsabile del progetto MeMeMe, una sperimentazione clinica finanziata dallo European Research Council per prevenire l’incidenza delle malattie croniche associate all’età.

 

Nel 2015 ha fondato con Enrica Bortolazzi l’Associazione La Grande Via per promuovere la prevenzione e la longevità in salute attraverso il cibo sano (“il cibo dell’uomo”), il movimento (l’esercizio fisico e il cambiamento delle abitudini) e la vita spirituale (la meditazione e la preghiera). 

 

È autore/co-autore dei volumi divulgativi Il cibo dell’uomo (Franco Angeli, 2015), Medicina da Mangiare (Franco Angeli, 2018), La Grande Via (Mondadori, 2016), Ventuno giorni per rinascere (Mondadori, 2018), La via della leggerezza (Mondadori, 2019), Fiabe per i Custodi del Pianeta (La Grande Via, 2019), Il Cibo della Saggezza (Mondadori, 2020), “Il sole in cucina” (La Grande Via, 2020), Il Mandala della vita (Mondadori 2022).

 

 

Dott. Antonino Frustaglia

 

Laureato in Medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.

È specializzato in Gerontologia e Geriatria presso l’Università degli Studi di Pavia.

È specializzato in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare presso l’Università Federico II di Napoli. Diploma in Agopuntura Tradizionale Cinese presso la Scuola So-Wen di Milano.

Dal 1983 Dirigente medico di ruolo dell’Istituto Geriatrico P. Redaelli sede di Vimodrone è divenuto Direttore Medico nel 1998 fino al pensionamento avvenuto il 31.12.18.

 

È stato Professore a Contratto presso la Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia dell’Università degli Studi di Pavia  ed Università Bicocca di Milano.

Ha organizzato congressi, eventi scientifici e divulgativi in ambito geriatrico, cardiovascolare e sul tema dell’alimentazione. Svolge attività divulgativa scientifica anche attraverso canali radiofonici e televisivi.

 

Nel 2019 ha conseguito il I° Master sulla Longevità in salute organizzato dal prof. Franco Berrino.

 

Partecipa alle attività territoriali di educazione e prevenzione della salute attraverso l’alimentazione, l’attività fisica e l’attività cognitiva in diversi Comuni dell’hinterland lombardo (Cernusco S.N., Bussero e Montichiari); partecipa a conferenze nelle scuole primarie e secondarie finalizzate all’educazione alimentare degli alunni, insegnanti, genitori e cittadini (es:plesso scolastico di Calcinato, Brescia).

 

È promotore del Progetto EDUC.A.RE. di educazione alimentare alla dieta mediterranea nei luoghi di cura come presso l’Istituto P. Redaelli di Vimodrone. Il progetto è stato recentemente accolto con favore presso la III Commissione Sanità della Giunta Regionale Lombarda.

 

Autore di diversi studi scientifici è coautore insieme con i prof.ri Aldo Emanuele Tàmmaro e Giorgio Casale del “Manuale di Geriatria e Gerontologia”  ed. McGraw-Hill e autore del libro “Gerontologia e Geriatria” ed. McGraw-Hill.

 

 

Dott.ssa Stefania Piloni

 

Medico specialista in ostetricia e ginecologia, docente in fitoterapia e medicine complementari alla facoltà di medicina dell’Università di Milano. È responsabile dell’ambulatorio di Medicina Naturale per la Donna del San Raffaele Resnati a Milano, in cui ogni giorno si dedica alle donne che scelgono cure integrate, naturali e tradizionali insieme. 

 

Collabora con riviste divulgative e trasmissioni televisive in cui offre riflessioni e consigli in tema di salute femminile.

 

È mamma di Sofia e dei gemelli Sara e Giacomo.

 

 

 

Dott. Leonardo Paoluzzi

 

Laureato in medicina e chirurgia nel 1974, dal 1976 pratica agopuntura e tecniche mediche collegate alla filosofia orientale.

Diploma della Scuola Medica di Agopuntura Università di Marsiglia.

Membro della WFAS (Associazione mondiale delle società di agopuntura ), membro della ASF (Medici senza frontiere per l’agopuntura), Socio fondatore della SIROE (Società Italiana per la Ricerca sugli Oli Essenziali), Fondatore e Direttore scientifico dell’Istituto Superiore di Ricerca in Medicina Tradizionale e Antropologia, Docente di fitoterapia al master di 2’ livello presso l’Università di Siena.

Membro del consiglio direttivo della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia).

L'Associazione è quindi laboratorio di vita, libertà, bellezza e scelte etiche. È la via della consapevolezza.

Consapevolezza che il benessere, la salute fisica e spirituale, la longevità in salute, dipendono dal cibo che mangiamo, dall'esercizio fisico e dall'esercizio della nostra mente.