Le Tre Vie

Le conoscenze empiriche di molte tradizioni culturali e le conoscenze scientifiche convergono a dimostrare che la chiave per mantenere e riacquistare la salute è la combinazione di pratiche per coltivare la mente e per nutrire il corpo con cibo sano e esercizio fisico

La Via del Cibo

Lo stile di vita occidentale, caratterizzato da crescente sedentarietà e da una dieta ipercalorica sempre più ricca di alimenti industrialmente raffinati e povera di verdure, legumi e cereali integrali, contribuisce ad aumentare i rischi di contrarre malattie come diabete, tumori, malattie degenerative degli occhi (cataratta, glaucoma, retinopatie), demenze senili, nonché una serie di condizioni di rischio quali l’obesità addominale, l’ipertensione, le dislipidemie, l’osteoporosi, la resistenza insulinica.

 

Qui di seguito riportiamo le nuove raccomandazioni del WCRF (World Cancer Research Fund). Tali raccomandazioni sono utili per i tutti cittadini europei per ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. Gli studi, tuttavia, hanno dimostrato che il rispetto delle raccomandazioni è utile anche per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e delle malattie croniche.

  • Consumare abbondantemente cereali integrali, legumi, verdure e frutta.
  • Limitare i cibi ipercalorici (ricchi di zuccheri e grassi).
  • Evitare le bevande zuccherate. Le bevande zuccherate comprendono anche succhi di frutta e yogurt zuccherati.
  • Evitare le carni lavorate.
  • Limitare le carni rosse.
  • Limitare i cibi ricchi di sale.
  • Limitare le bevande alcoliche.
  • Mantenere un peso corporeo sano.

La Via del Movimento

I nostri geni sono stati programmati per funzionare al meglio solo in presenza di una costante e regolare attività fisica. L’esercizio fisico dovrebbe essere una componente essenziale della routine giornaliera.

Negli ultimi decenni i dati scientifici che si sono accumulati hanno chiaramente dimostrato che l’esercizio fisico gioca un ruolo fondamentale nel promuovere salute.

 

L’attività fisica regolare è importante per:

  • mantenere un peso corporeo ideale (Evans WJ. 1995 Journal of Gerontology 50A:147);
  • prevenire l’accumulo di grasso a livello addominale e il diabete mellito (Sigal RJ et al., 2006 Diabetes Care. 29:1433);
  • prevenire l’osteoporosi e la sarcopenia (riduzione della massa muscolare) (Howe TE et al., 2011 Cochrane Database Syst Rev. 7:CD000333; Tseng BS et al., 1995 Journal of Gerontology 50A:113);
  • prevenire molte altre malattie croniche associate all’invecchiamento, come le malattie cardiovascolari e il cancro (Blair SN & Jackson AS. 2001 Med Sci Sports Exerc. 33:762; Fontana L et al., 2007 Am J PhysiolEndocrinolMetab. 293:E197; Ehsani AA et al., 1981 Circulation 64:1116; Yang L &Colditz GA. 2014 J Natl Cancer Inst. 106: dju135).

La Via della Meditazione

È scientificamente comprovato che la ricerca spirituale apporta benefici profondi a livello fisiologico e mentale. Per essere valorizzate e realmente comprese, la Via del Cibo e la Via del Movimento devono essere affiancate e compenetrate dalla Via della Meditazione. Meditare non è una pratica che può ridursi a pochi minuti giornalieri, non è una finestra che si apre e si chiude in modo netto nel panorama frenetico della nostra vita, esattamente come un corretto stile alimentare non può limitarsi alla pratica di una dieta circoscritta in un arco temporale. Meditare non è una moda o un vezzo, non è (solo) un piacere o un dovere… Meditare è una necessità della nostra vita spirituale, è l’ossigeno della nostra anima. La meditazione è il seme di ogni altra nostra azione quotidiana. Quando viviamo con consapevolezza, meditare è uno stile di vivere.
La via della ricerca interiore nutre l’anima, così come un corretto stile alimentare nutre il corpo. A ogni passo della nostra vita.