Caricamento Eventi

Il digiuno

Dal

10/07/2022

Al

17/07/2022

 

A grande richiesta, il seminario interamente dedicato alla pratica del digiuno.

Responsabile scientifico: dott. Franco Berrino, medico ed epidemiologo

 

Tutti i popoli del mondo, tutte le grandi tradizioni spirituali, hanno promosso pratiche di digiuno, per ragioni religiose, devozionali, salutistiche, disintossicanti, e per aumentare l’acume intellettuale. Anche la medicina, prima del trionfo dei farmaci per ogni disturbo, ha utilizzato il digiuno come terapia.

Il nostro organismo è progettato per sopportare tempi anche lunghi di digiuno, che sono stati spesso necessari, nella storia dell’umanità, per superare periodi di mancanza di cibo mantenendo una mente vigile per procurarselo.
Le nostre cellule vivono normalmente bruciando glucosio per produrre l’energia necessaria alle loro funzioni. A riposo l’organo che consuma più glucosio è il cervello. Nei primi due giorni di digiuno l’organismo consuma tutte le sue riserve di glucosio, poi comincia a consumare i suoi grassi. In questa fase si producono corpi chetonici, sostanze simili all’acetone che costituiscono un ottimo nutrimento per le cellule nervose e un discreto nutrimento per cuore e muscoli. Non viene a mancare quindi l’energia necessaria a mantenere viva la nostra mente, anche per consentirle di trovare cibo.

Praticando il digiuno si attiva un programma di sopravvivenza delle cellule, detto autofagia, letteralmente ‘mangiare se stessi’, per cui le cellule sopravvivono consumando tutto quello che al loro interno non è indispensabile per la sopravvivenza: organelli intracellulari mal funzionanti o non essenziali e depositi di proteine mutate e altro materiale di scarto che ostacola il buon funzionamento delle cellule. Si ipotizza che l’autofagia protegga dalle malattie neurodegenerative, come la demenza di Alzheimer o il morbo di Parkinson, caratterizzate da depositi di proteine anomale nel sistema nervoso. Nel digiuno, inoltre, le cellule, per risparmiare energia, rallentano la proliferazione cellulare, ostacolando la crescita di eventuali cellule tumorali.
Studi clinici hanno dimostrato che è utile praticare brevi digiuni, come saltare la cena o trascorrere un intero giorno senza mangiare, e saltuariamente si possono fare digiuni più prolungati, di una settimana o due, astenendosi da tutti i cibi calorici, ma bevendo abbondantemente acqua, tè, tisane. Dopo i primi giorni, che possono essere difficili, si sperimenterà un gradevole senso di leggerezza. L’agopuntura su alcuni punti chiave aiuta a superare eventuali malesseri dei primi giorni. Quando si riprende a mangiare dopo lunghi periodi di digiuno è bene iniziare con solo brodi di verdure senza sale nelle prime 24 ore, e con piccole porzioni di cibi molto delicati nel secondo giorno.

Nella settimana di digiuno alla Mausolea saranno sempre disponibili tè (bancha o kukicha), tisane biodinamiche, ad esempio di malva e di ortica, e acqua della fonte dell’eremo di Camaldoli. L’ultimo giorno verranno serviti brodi di verdura.
I partecipanti inizieranno la giornata con una pratica di yoga meditativo, con esercizi di respirazione, e con una condivisione dell’esperienza. Seguirà, nelle ore più calde una passeggiata nella via della preghiera, o lungo il fiume, e, verso sera, al piccolo eremo delle suore camaldolesi di Contra o in facili percorsi delle foreste casentinesi. Il pomeriggio sarà di relax o dedicato a letture, conferenze, cinema. Alla sera, per chi lo desidera, meditazione al suono di campane tibetane o canti corali di mantra.

 

Sarà sempre presente un medico per monitorare la pressione arteriosa e la glicemia, per intervenire con eventuali rimedi per chi incontrasse difficoltà ad adattarsi e per essere di supporto in caso di altre necessità.

 

 

“Siamo appesantiti. Nel corpo, nel girovita, nelle spalle, nei pensieri, nel vivere; dalla sofferenza, dalla noia, dalla mancanza di fiducia, di prospettive, dalla solitudine, dal non vedere il senso della vita. La pancia gonfia, le ginocchia che fanno male, la periartrite, la cacca che non facciamo da tre giorni, la sciatica, il pensiero dei genitori anziani, la mamma che non c’è più con la testa, la badante che va in vacanza, il figlio che non studia, le bollette da pagare, il dubbio se conviene di più TIM o Vodafone. Più che il disagio fisico, la pesantezza e i dolori del corpo, il troppo lavoro – oltre ai figli, al marito, ai genitori, ai suoceri – quello che appesantisce sono la fatica mentale, morale, il piombo delle preoccupazioni, dell’insoddisfazione. Magari, se mi ammalassi, potrei occuparmi finalmente di me.

 

La soluzione? Il digiuno.

 

“Il digiuno dagli alimenti pesanti, dai pensieri pesanti, dai veleni emozionali, dalle abitudini di vita sedentaria.”

 (La Via della Leggerezza, 2019)

 

 

N.B. EVENTO ESCLUSIVO RISERVATO AI SOCI DE LA GRANDE VIA

 


PROGRAMMA 

Scarica il programma completo

 


 

RELATORI

Franco Berrino

Laureato in medicina nel 1969, si è specializzato in Anatomia patologica; dopo un breve periodo di pratica clinica e patologica, si è dedicato all’epidemiologia dei tumori, prima con l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro in Africa, poi, dal 1975 al 2014, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove ha diretto il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva.

È autore o co-autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche. Ha promosso lo sviluppo dei registri tumori in Italia e coordinato i registri tumori europei per lo studio della sopravvivenza dei malati neoplastici nei differenti Paesi e delle ragioni delle differenze di sopravvivenza (Progetto EUROCARE). Ha realizzato studi con la collaborazione di decine di migliaia di persone (Progetti ORDET ed EPIC), i cui risultati gli hanno consentito di promuovere sperimentazioni per modificare lo stile di vita allo scopo di prevenire i tumori e le altre malattie degenerative frequenti nel mondo occidentale, nonché le recidive in chi si è ammalato di cancro (progetti DIANA). Attualmente è responsabile del progetto MeMeMe, una sperimentazione clinica finanziata dallo European Research Council per prevenire l’incidenza delle malattie croniche associate all’età.

Nel 2015 ha fondato con Enrica Bortolazzi l’Associazione La Grande Via per promuovere la prevenzione e la longevità in salute attraverso il cibo sano (“il cibo dell’uomo”), il movimento (l’esercizio fisico e il cambiamento delle abitudini) e la vita spirituale (la meditazione e la preghiera). E’ autore/co-autore dei volumi divulgativi Il cibo dell’uomo (Franco Angeli, 2015), Medicina da Mangiare (Franco Angeli, 2018), La Grande Via (Mondadori, 2016), Ventuno giorni per rinascere (Mondadori, 2018), La via della leggerezza (Mondadori, 2019), Fiabe per i Custodi del Pianeta (La Grande Via, 2019), Il Cibo della Saggezza (Mondadori, 2020), Il Sole in Cucina (La Grande Via, 2020), Il Mandala della Vita (Mondadori, 2021).

Dott. Antonino Frustaglia

Laureato in Medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979. E’ specializzato in Gerontologia e Geriatria presso l’Università degli Studi di Pavia. E’ specializzato in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare presso l’Università Federico II di Napoli.

Diploma in Agopuntura Tradizionale Cinese presso la Scuola So-Wen di Milano. Dal 1983 Dirigente medico di ruolo dell’Istituto Geriatrico P. Redaelli sede di Vimodrone è divenuto Direttore Medico nel 1998 fino al pensionamento avvenuto il 31.12.18. E’ stato Professore a Contratto presso la Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia dell’Università degli Studi di Pavia ed Università Bicocca di Milano.

Ha organizzato congressi, eventi scientifici e divulgativi in ambito geriatrico, cardiovascolare e sul tema dell’alimentazione. Svolge attività divulgativa scientifica anche attraverso canali radiofonici e televisivi. Nel 2019 ha conseguito il I° Master sulla Longevità in salute organizzato dal prof. Franco Berrino. Partecipa alle attività territoriali di educazione e prevenzione della salute attraverso l’alimentazione, l’attività fisica e l’attività cognitiva in diversi Comuni dell’hinterland lombardo (Cernusco S.N., Bussero e Montichiari) ; partecipa a conferenze nelle scuole primarie e secondarie finalizzate all’educazione alimentare degli alunni, insegnanti, genitori e cittadini (es:plesso scolastico di Calcinato – Brescia-).

E’ promotore del Progetto EDUC.A.RE. di educazione alimentare alla dieta mediterranea nei luoghi di cura come presso l’Istituto .P. Redaelli di Vimodrone. Il progetto è stato recentemente accolto con favore presso la III Commissione Sanità della Giunta Regionale Lombarda.

Autore di diversi studi scientifici è coautore insieme con i prof.ri Aldo Emanuele Tàmmaro e Giorgio Casale del “Manuale di Geriatria e Gerontologia” ed. McGraw-Hill e autore del libro “Gerontologia e Geriatria” ed. McGraw-Hill.

Enrica Bortolazzi

Laureata al DAMS di Bologna, giornalista e fotografa di reportage, istruttrice di yoga, organizzatrice eclettica di eventi, conferenze e progetti editoriali. Esploratrice coraggiosa alla ricerca dell’equilibrio spirituale, emozionale e fisico, motore che anima i suoi viaggi e i suoi studi sull’uomo. Nelle sue pubblicazioni e interviste quali “Il Coraggio di Ippocrate” sulla salute e la medicina, “Cuore Divino”, “I Portatori di Luce”, “Nel Silenzio dell’Eremo”, “La Danza dei Semi Stellati” e “Il Mandala della Vita” si prende cura dei protagonisti incontrando l’essenza della loro anima. Fondatrice, con il Dott. Franco Berrino, dell’Associazione La Grande Via con la quale organizza viaggi ed eventi olistici.

Adele Carli

Laureata in psicologia clinica e di comunità presso l’Università di Padova nel 2003. Specializzata nel 2011 presso la scuola quadriennale di psicoterapia corporea Biosistemica a Bologna con il prof. Jerome K. Liss e il dott. M. Stupiggia. Svolge il tirocinio annuale post-lauream presso la Casa di Cura S.Anna- Gruppo San Donato di Brescia, dove consegue l’abilitazione alla pratica del massaggio dolce neonatale a genitori e neonati secondo il metodo di Eva Reich. Svolge colloqui di sostegno psicologico a donne operate al seno, somministrazione di test e della tecnica di Training Autogeno di Schultz a gruppi di persone affette da BPCO.

Da gennaio 2011 a dicembre 2012 frequenta il corso di Core Training in psicoterapia corporea integrata con il dott. Riccardo Musacchi. Dal 2010 al 2020 è psicologa referente di Cooperativa Sociale Società Dolce presso RSA Zirotti di Sale Marasino (Bs), RSA Girelli di Marone (Bs), presso RSA Papa Giovanni XXIII di Trescore Balneario (Bg), referente del progetto Memocafé presso il Centro Sereno di Paratico (Bs). Svolge attività di sostegno psicologico a familiari e anziani ricoverati in RSA, supervisione e formazione al personale, sostegno ai caregivers di persone affetta da demenza senile.

Dal 2009 ad oggi esercita l’attività di libera professione presso lo studio Geomed di Villongo (Bg), presso lo studio Co.me.te. di Palazzolo s/Oglio (Bs) in cui pratica attività di consulenza psicologica, psicoterapia individuale e di coppia, sostegno alla genitorialità, seminari di gruppo sul benessere psico-corporeo e corsi di formazione per educatori professionali che lavorano nei servizi zero-sei e per operatori socio-sanitari che lavorano nell’area anziani. Da ottobre 2020 vive principalmente a Poppi (Ar), collabora con lo Studio Logos di Ponte a Poppi e con l’Associazione La Grande Via del dott. Franco Berrino e di Enrica Bortolazzi con sede a Soci (comune di Bibbiena, Arezzo), dove si occupa di integrare le esperienze che le persone vivono durante i seminari seguendo le vie del movimento, dell’alimentazione naturale e della pratica spirituale che si svolgono presso la Mausolea, accompagnando le persone nella ricerca del loro sé più profondo e autentico.

Lucia Vigiani

Insegnante di yoga, naturopata diplomata presso la scuola SIMO (Italia), si è formata come counselor presso la University of the Islands (USA) con specializzazione in Psicologia e Dialogo delle Voci.

Si occupa attivamente di problematiche sociali e ambientali e fa parte del consiglio direttivo di Un Tempio per la Pace. Da molti anni insegna yoga secondo la Tradizione dei Maestri Himalayani e si reca periodicamente in India, all`Ashram di Rishikesh, per aggiornamenti e per approfondire la propria pratica personale.  Per molti anni ha fatto parte del Consiglio Direttivo dell’Himalayan Yoga Institute di Firenze. Dal 2006 fa parte della Commissione Didattica della Scuola di Formazione Insegnanti di Yoga e Meditazione, e del percorso di Educazione Continua Permanente.

Marco Montagnani

Diplomato in Medicina tradizionale Cinese ,presso la scuola Superiore di Specializzazione della città di Minxi della provincia di Fujian (Cina).
– Diplomato in Fitoterapia Clinica presso L’Università di Viterbo e iscritto alla Società Italiana
Fitoterapia clinica (SIFIT).
– Docente di Medicina tradizionale cinese e Filosofia Taoista presso la scuola di Agopuntura della città di Firenze.
– Tecnico di Qigong Terapeutico e MTC presso ASL 10 di Firenze Area nord ovest ,Centro di Riferimento Regionale Toscano in MTC il “Fior di Prugna”.
– Insegnate di Respirazione terapeutica presso L’Università degli Studi di Firenze al Master in Agopuntura, Facoltà di Farmacologia.
– Laureato in Medicina Naturale ,presso l’Università- Central Pacific University U.S.A.
– Docente di Tuina e Qigong presso la Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong F.I.S.T.Q.
– Docente di Medicina cinese e Qigong presso la Scuola di Agopuntura di Palermo.
– Docente di Medicina cinese presso la Scuola di Agopuntura di Cagliari.
– Autore del libro “La medicina Naturale “ Casa Editrice Ambrosiana.
– Membro del Comitato editoriale della Rivista Italiana di Agopuntura della SIA (Società Italiana
Agopuntura).
E’ collaboratore scientifico di alcune riviste di settore e relatore a molti Convegni Nazionali, ha partecipato a numerose trasmissioni televisive nazionali ed estere.

Esperienze nelle discipline cinesi
Fin da giovanissimo Marco Montagnani si dedica allo studio della filosofia orientale e della medicina tradizionale cinese . Questa sua passione lo porta molto presto in Cina ,dove ha la possibilità di studiare direttamente con i monaci taoisti dei monti Wudang e presso l’Università di medicina tradizionale di Nanchino. In seguito, si specializza in agopuntura presso la scuola Superiore di medicina tradizionale cinese della citta di Minxi Xian della provincia di Fujian . Marco Montagnani studia taijiquan direttamente dal pluricampione cinese Maestro Zhang An Ji presso l’istituto superiore di educazione fisica della provincia di Jiangsu’,diretto dal famoso Maestro Qian Yuanze. Inoltre, studia le tecniche del Qi Gong per la salute dell’oca selvatica “Da Yan Qi Gong” con il Maestro Wu Tiang Cheng, professore al dipartimento Scienze e terapie energetiche , dell’Università di Nanchino e insegnante dell’istituto scientifico per la ricerca sul Qi Gong dell’Università di Nanchino.

Oggi è:

– Membro della Commissione regionale esaminatrice e didattica della FIWUK (Federazione Italiana
Wushu Kung Fu) del CONI.
– Presidente del Centro studi Discipline Orientali Vinci Firenze.
– Presidente per il settore arti marziali cinesi del Centro Sportivo Italiano C.S.I della Toscana.
– Nell’ottobre 2012 è stato insignito dal C.O.N.I della palma di bronzo al merito tecnico.
– Dal 2009 al 2013 delegato regionale toscano per il C.O.N.I ( F.I.W.U.K)

Padre Ubaldo Cortoni

Monaco benedettino della comunità di Camaldoli dove è archivista e bibliotecario.
Ha ottenuto il dottorato di ricerca in Sacra teologia all’istituto di Storia della teologia dell’ateneo sant’Anselmo di Roma. È docente nel corso di specializzazione in storia della teologia, teologia dogmatico-sacramentaria al Pontificio ateneo Sant’Anselmo e il pontifico Istituto liturgico di Roma.

Don Luigi Verdi

E’ il fondatore e il responsabile della Fraternità di Romena. Nato a San Giovanni Valdarno (Ar) nel 1958, ha cominciato il suo cammino di sacerdote in Casentino, a Pratovecchio.
Nel 1991, dopo un periodo di crisi personale e spirituale, ha chiesto al vescovo di Fiesole di poter realizzare a Romena un’innovativa esperienza di incontro e di accoglienza.
In pochi anni le attività volute da don Luigi hanno cominciato a far transitare nel ‘porto di terra’ di Romena sempre più viandanti di questo tempo, in cerca di un posto dove poter sostare, incontrare se stessi e gli altri, e riprendere il proprio cammino. Oggi è un luogo d’incontro per chiunque abbia bisogno di un po’ di semplicità e di calore, dove sentirsi a casa.

Laura Savo

Ha maturato un’esperienza trentennale nel settore delle tecniche olistiche con lo studio e l’insegnamento di alcune pratiche di massaggio come shiatsu, riflessologia plantare, massaggio aromaterapico e tecniche energetiche, come la floriterapia e l’aromaterapia sottile.
Svolge il suo lavoro di docenza per l’azienda Flora/Primavera, leader nel settore fitoterapico; per varie associazioni tra cui La Grande Via; per scuole professionali di estetica e scuole di naturopatia. Ha collaborato con la Regione Toscana nella formazione di figure professionali operanti nel settore del “naturale”.
Ha approfondito lo studio dell’aromaterapia specializzandosi in aromacosmesi, la cosmesi naturale con l’utilizzo degli oli essenziali.
Il suo interesse per le piante si rivolge al loro intero processo vitale, dall’origine, alla trasformazione, fino all’uso finale; per questo si è formata presso la Scuola Agraria di Monza nella gestione del giardino e dell’orto, si è specializzata nell’orto-giardino terapia presso l’associazione antroposofica Le Madri a Rolo ed ha approfondito l’agricoltura biodinamica presso l’Istituto Lama Tzong Khapa.
Ha pubblicato vari libri sull’aromaterapia e scrive articoli per riviste specializzate.

Makoto

Makoto nasce a Maebashi in Giappone. Nel 1987 si diploma al corso di graphic design alla HIGASHINIHON SCHOOL OF ART & DESIGN di Maebashi. Nello stesso anno si trasferisce a Roma.
Nel 1988 si trasferisce a Carrara, frequenta l’ACCADEMIA DI BELLE ARTI e si diploma in scultura nel 1992.
Makoto crea il Nukegara (la spoglia) del corpo uomo e rende le installazioni bianche. Si esibisce in collaborazione con artisti di vari generi, come fotografi, danzatori, musicisti, designer, pittori, attori, ecc.
Ha partecipato con “opere specifiche per il luogo” alle maggiori manifestazioni artistiche d’Europa. Nel 2012 ha vinto il primo premio del ZANK & MARS in NY AWARD “The 5th 100 Artist Exhibition” in N.Y. Nel 2013 ha vinto il concorso nazionale “Premio Ora Italia 2012”, il primo premio del “Number X” di Milano e il concorso internazionale “Premio Ora International 2013” a Buenos Aires.
Nel 2004 si diploma al corso di Shiatsu all’Accademia Discipline Olistiche e Bio Naturali Integrate Nashira di Conegliano (TV), nello stesso anno ha cominciato insegnare la cultura giapponese per l’operatore Shiatsu e la tecnica dello Shiatsu.
Dal 2004 tiene la lezione di Origami presso le associazioni in Italia.
Ha recitato nel film di Ermanno OLMI “Cantando dietro i Paraventi” nella parte dell’Ammiraglio Ching, co-protagonista accanto a Jun Ichikawa e Bud Spencer.
Nel 2015 ha fatto il direttore di scena presso il padiglione Giappone dell’EXPO di Milano, e ha allestito una mostra personale presso il museo archeologico nazionale di Venezia.


 

COSTO

A partire da € 1000 (Pensione completa con tutte le attività incluse)


Per info e prenotazioni

Le iscrizioni sono chiuse.

La Mausolea

Loc. Case Sparse

Soci, Bibbiena (AR)

La Grande Via si avvale della collaborazione di soggetti ed organismi qualificati nell'organizzazione di parte dei servizi. Nello specifico, la direzione tecnica di Le Tre Vie in viaggio (agenzia viaggi) per ciò che concerne le attività che rientrano nell'organizzazione viaggi.